92_libro_dietetica

libro

€ 20,00

Categoria:

Descrizione prodotto

Il rivoluzionario Metodo metabolico-comportamentale del Dott. Trinca, illustrato nel volume, è alternativo alle vecchie e superate impostazioni basate sulla prescrizione di diete a calorie e grammature. Oltre che risultare noiose, vincolanti e psicologicamente deprimenti, queste si basano sul presupposto erroneo che il metabolismo delle persone sia identico di giorno in giorno. Invece, spiega il Dott. Trinca: “ogni giorno è diverso dall’altro sul piano dei consumi energetici e del rendimento metabolico: variazioni sensibili della temperatura ambientale, con ripercussioni sulla produzione endogena di calore; qualità del sonno, ritmi della giornata lavorativa, o di riposo, stato dell’umore con effetti sull’attività neuroendocrina, differenti fasi del ciclo ormonale femminile, ritmi nei rapporti sessuali, ecc..”. Le fluttuazioni energetiche che conseguono dall’insieme di queste variabili imponderabili, pur piccole, sono sufficienti a influenzare di qualche etto il bilancio delle variazioni giornaliere del peso, dipendenti dalle somma algebrica delle entrate e delle uscite. Non dimentichiamo, aggiunge l’Autore del libro, “che riuscire ad ottenere (oppure no) un buon calo mensile di 4 kg, è proprio frutto di una media di 100-200 gr. al giorno (basta fare due calcoli)”. Alla legittima domanda di molti: “e allora come si fa a regolare le razioni se ogni giorno richiederebbe piccoli aggiustamenti?” il Dott. Trinca risponde: “è come imparare bene a guidare la macchina, usando freno, acceleratore e il cambio di marce con abilità e saggezza; una persona ben addestrata, affronterà i medesimi percorsi con una guida diversa a seconda della pioggia, della nebbia, del sole, o del traffico più o meno scorrevole.”.

Fuori di metafora, il Metodo di Rieducazione Metabolica e Comportamentale proposto dal nostro specialista in Scienza Dell’Alimentazione, si basa –tra l’altro- proprio sull’addestramento ad utilizzare un innovativo sistema di auto analisi del ciclo metabolico delle 24 ore, da lui stesso elaborato in 25 anni di esperienza clinica. Questo originale sistema di monitoraggio metabolico, insegna a ciascuno –finalmente- a conoscere “dal vivo” il proprio metabolismo nelle due grandi fasi della giornata, diurna e notturna. Ciò permetterà di capire le reazioni del proprio organismo ai diversi cibi e razioni, ottenendo una chiara e precisa evidenza del loro rendimento energetico individuale nei vari momenti del ciclo metabolico delle 24 ore. Sulla base di questa nuova e dettagliata conoscenza del proprio metabolismo, chiunque avrà letto il libro del Dott. Trinca potrà gestire, con flessibile efficienza e saggia e libertà, pasti e spuntini sia per dimagrire, sia per mantenere, in barba a tutte le diete a menù fisso, calorie e grammature! Inoltre, l’innovativo Metodo dietologico, prevede un’intelligente alternanza di attacchi e pause, studiate per evitare sia l’assuefazione del metabolismo al regime ipocalorico, sia il logoramento della concentrazione mentale e della volontà, che seguono a periodi troppo lunghi di rinunce alimentari. Il risultato, ci garantisce l’Autore sulla base di migliaia di casi trattati, sarà “un dimagrimento efficace, equilibrato e stabile, ottenuto conciliandolo con i piaceri della tavola e della convivialità.”.

Il libro Oltre la Dieta… Rieducazione Metabolica e Comportamentale, oltre a svelare i segreti della regolazione metabolica, illustra tutte le soluzioni e i “trucchi” nutrizionali, comportamentali e psicologici per mettere d’accordo il piacere di essere in forma con i piaceri della tavola.
L’originalità e l’efficacia di questo nuovo Metodo dimagrante, consiste nel fatto che lavora profondamente e nello stesso tempo, sugli aspetti metabolico-nutrizionali e sulla sfera comportamentale, guidando la persona verso duplici gratificazioni fondate sul principio dell’equilibrio dei piaceri: riduzione efficace del peso ed esperienze psico-emozionali di godimento legittimo del cibo.
Il rivoluzionario Metodo del Dott. Trinca ha permesso a migliaia di persone, anche obese, di raggiungere il peso desiderato, con serenità e senza soffrire la fame. La sua corretta applicazione permette inoltre di mantenere, per tutta la vita, un gioioso e saggio rapporto tra il piacere di essere in forma ed il piacere di mangiare senza doversi pentire.

La certezza che, usando un buon Metodo metabolico-nutrizionale-comportamentale, tutti possono dimagrire, ci viene spiegata dall’Autore: “la Natura” – afferma il Dott. Trinca – “ha previsto che gli animali possano accumulare grasso, quale strategia difensiva rispetto alle ricorrenti carestie stagionali, al solo scopo di riconvertirlo in energia al momento del bisogno. Il problema al giorno d’oggi è che, gli attuali stili di vita, sono caratterizzati da scarsi consumi energetici (sedentarietà e case molto calde anche in inverno), grande disponibilità di cibi attrattivi e calorici, una cultura molto sviluppata della gratificazione alimentare e della convivialità a tavola. In queste condizioni è metabolicamente automatico ingrassare… a meno d’imparare a guidare efficientemente il proprio metabolismo.”. Le due naturali ma opposte vie metaboliche, dell’accumulo e dello smaltimento di grasso corporeo, – spiega ancora il Nutrizionista – sono regolate da una dinamica fisiologica molto semplice, che è bene conoscere per gestire consapevolmente l’alimentazione, dimagrante o di mantenimento. Ecco le sue parole: “dopo ogni pasto, i nutrienti digeriti e assorbiti dalla circolazione sanguigna, vengono trasportati in due ben distinti distretti corporei: innanzitutto alla massa magra (muscoli, cervello, fegato, ecc.) al fine di soddisfare i bisogni di energia per le attività vitali; la quota di carburante eccedente a questo prelievo preferenziale, viene assorbito dal tessuto adiposo e stoccato per tempi peggiori. Il principale segnale biochimico che determina lo smistamento dei nutrienti verso l’utilizzo, o verso il deposito, è rappresentato dalla concentrazione di glucosio nel sangue.”. I carboidrati, quindi, -spiega il Dott. Trinca- sono per certi versi il vero ago della bilancia da tenere sotto controllo. Questo fatto, però raccomanda, non deve essere inteso come una demonizzazione di alimenti quali pane, pasta, riso, patate, legumi, frutta, miele, zucchero di casa, ecc.. Infatti, la famiglia degli zuccheri (il glucosio in particolare), svolge anche funzioni nutrizionali preziose e insostituibili, prima fra tutte il rifornimento energetico del cervello. Inoltre, lo specialista in Scienza dell’Alimentazione, nel suo libro ci aggiunge una vera chicca a proposito dei carboidrati, ignorata dalla stragrande maggioranza del pubblico. Egli sostiene infatti: “il glucosio, in piccole e ben distribuite quantità, è indispensabile per innescare la combustione dei grassi nelle “caldaie cellulari” (mitocondri); solo le quantità eccedenti i bisogni personali (nelle stagioni calde questi livelli sono sensibilmente più bassi), determinano l’attivazione del metabolismo d’ingrassamento, tramite l’innalzamento della pericolosa coppia glicemia-insulina.”. In sintesi, quindi, i carboidrati vanno considerati -con un’espressione usata dall’Autore- come “il dottor Jekyill e mister Hyde.”: svolgono il ruolo dei buoni, o dei cattivi, a seconda delle circostanze…e delle quantità! Nel libro Oltre la Dieta… Rieducazione Metabolica e Comportamentale, viene spiegato nel dettaglio come bilanciarli correttamente nel rapporto con gli alimenti proteici. Tra le regole pratiche che approfonditamente vengono illustrate, c’è quella fondamentale di mangiare poco e spesso, senza mai sottoporsi a lunghi intervalli di digiuno, che determinerebbero l’attivazione del metabolismo di risparmio, la perdita anche di massa muscolare e la dis-regolazione dei centri nervosi di controllo fame-sazietà. Lo schema alimentare proposto dal Dott. Trinca, include quindi 2-3 spuntini la mattina, 1-2 il pomeriggio e due pasti leggeri ma nutrienti, con particolare attenzione al rapporto proteine-carboidrati; ricordando che quest’ultimi sono contenuti perfino nella cellulosa degli ortaggi, sebbene in concentrazioni e disponibilità ridotte. Esempi concreti di questo modello nutrizionale sono ampiamente contenuti nel libro citato, insieme a delle interessantissime appendici di approfondimento.

In una di queste l’Autore consiglia di aumentare l’attività fisica, ciascuno secondo le proprie condizioni di salute, età, capacità e possibilità, quale miglior aiuto al programma dimagrante, anche al fine di non dover restringere eccessivamente le razioni dimagranti efficaci. “Al di là della palestra, della corsa, o della piscina (auspicabili per chi può) tutti possono camminare di più, parcheggiando ad esempio la macchina a qualche centinaio di metri dai luoghi dove quotidianamente ci si deve recare. Ottime anche certe moderne ciclo-camere, note col nome di “ellittiche”, su cui si pedala in piedi e dotate di manubri verticali che stimolano contemporaneamente i muscoli delle braccia (ma anche delle spalle, del tronco ed i pettorali). Premesso che qualunque ora del giorno o della sera va bene per fare attività fisica dimagrante, specifico che i momenti di maggior resa sono quelli successivi ai pasti. Infatti, è proprio nell’ora seguente al termine di un pasto che il sangue comincia a trasportare i primi flussi di nutrienti e quindi inizia la competizione nutritiva tra massa muscolare e tessuto adiposo.”

Un’appendice del volume è dedicata a indicazioni e consigli alimentari, tisane e integratori, per stimolare la diuresi, disintossicare il sistema fegato-sangue-reni e mantenere attive le funzioni intestinali (in dieta ipocalorica tendono inevitabilmente ad impigrire, anche a causa del minor volume di cibo ingerito). Altre approfondiscono il ruolo e i bisogni dell’acqua e delle verdure nel dimagrimento, spiegando perché –in controcorrente a quanto da più parti si dice- non si possono consumare ad libitum, ma sono da includere nell’equilibrio generale della dieta. Ancora una, interessantissima, è dedicata alle oramai diffusissime intolleranze alimentari, spiegando come si riconoscono, quali sono gli alimenti che più frequentemente le determinano, gli effetti nocivi sulla salute e sul dimagrimento e, soprattutto, fornendo delle prime indicazioni per organizzare un’alimentazione a rotazione, con finalità ipoallergeniche e desensibilizzanti.
Anche il tema delle “pause strategiche” durante il programma dimagrante e le loro molteplici funzioni (metaboliche, educative e di preparazione al mantenimento), è ampiamente trattato dal Dott. Franco Trinca nel suo interessantissimo libro.
Il volume è corredato da tavole riassuntive e simpatiche vignette a colori per sintetizzare con chiarezza concetti altrimenti complessi; la sua lettura sarà molto utile a tutti coloro che “litigano” da anni col proprio peso e non sanno mai se, quanto e quando hanno diritto a mangiare quello che gli piace, o cenare allegramente con gli amici…senza doversi pentire.